Mostra di Niccolò Aiazzi

11 aprile - 31 maggio 2016

NEBBIE | NICCOLÒ AIAZZI

Zakuro ha inaugurato lunedì 11 aprile l'inizio di una serie di eventi con la mostra fotografica di Niccolò Aiazzi.
Nebbie di Niccolò Aiazzi
Nebbie
Nebbie di Niccolò Aiazzi

Beatrice Borromeo

Quando una tempesta di neve ci costringe a fermarci e, nella nostra temporanea inattivitè forzata, a prenderci finalmente il tempo di osservare la natura e l'ambiente in cui siamo quotidianamente immersi, ci stupiamo immancabilmente davanti alla sua bellezza, osservandolo come se fosse la prima volta. In questo senso l'occhio sensibile del fotografo ci aiuta, guidandoci a focalizzare la nostra attenzione su scorci e vedute di commovente poesia. Le colline del piacentino a pochi chilometri da Milano, Torino e Genova si trasformano in luoghi onirici, fuori dal tempo, luoghi della mente. Paesaggi ammantati di bianco, immersi in una dimensione sospesa, ovattata. Il confine tra la terra e il cielo è talmente labile da essere pressochè indistinguibile. Gli esili profili dei pochi elementi che affiorano dall'abbraccio del manto nevoso disegnano un elegante ricamo fatto di fili d'erba, di rami spogli, di rivoli d'acqua che solcano i prati immacolati. Il delicato segno grafico di queste "ombre" emergenti dalla neve, simili a fantasmi vaganti in un limbo nebbioso, ricorda le atmosfere crepuscolari delle bellissime incisioni di Federica Galli, grande artista milanese recentemente scomparsa (1932-2009). Ci lasciamo trasportare nella dimensione del silenzio e della quiete mistica tipica di un luogo sacro e ameno: sensazione preziosa proprio perchè molto lontana ormai, per non dire quasi estinta, dalla rumorosa e concitata quotidianità urbana del nostro vivere contemporaneo.

Niccolò Aiazzi

Nasce nel 1982 a Ferrara, gli studi di economia lo portano negli Stati Uniti dove si specializza in marketing e comunicazione. NYC favorisce il suo approccio al mondo della fotografia dove approda come fotografo di interni, allo stesso tempo però la luce che si traduce nell'attività frenetica della metropoli lo forma e deforma la sua fotografia verso la pittorialità. Le storie degli uomini e del loro rapporto con la natura e la natura stessa, influenzano la ricerca che Niccolò approfondisce in sperimentazioni ed esplorazioni. L'inverno, la nebbia e la natura Piacentina, qui sono a loro volta tradotti in tratti simili a disegni grafici, incisioni stilizzate.

Vuoi organizzare un evento da noi?

Scrivici, ti ricontatteremo per trovare la migliore soluzione per le tue necessità